top of page
  • Roberta Paradisi

L'eterna indecisione di chi tradisce


Stai tradendo e sei stato scoperto e non sai se raccogliere i cocci o gettare la spugna? Ti elencherò alcune domande che ti inviteranno alla riflessione. Ricorda raramente ci sono risposte facili. Puoi esplorare i tuoi pensieri in privato, condividerli con il tuo coniuge o discuterne con uno psicoterapeuta di coppia Gottman.

1. Visualizza il futuro. Percorri la strada il più lontano possibile e ipotizza come sarebbe senza il tuo coniuge.

Pensa al futuro immediato, tra cinque anni e tra vent'anni.

Immagina di partecipare a eventi familiari separatamente.

In che modo la tua vita sarebbe diversa?

In che modo la vita dei tuoi figli sarebbe diversa?

Che differenza ci sarebbe nelle tue attuali amicizie?

2. Ricorda il passato. Fai attenzione a non riscrivere la storia matrimoniale con una visione stanca a causa della crisi attuale.

Cosa ricordi dei bei momenti che hai condiviso con il tuo partner?

Cosa ti manca del tuo matrimonio?

Tu e il tuo partner avete lottato duramente insieme per arrivare a questo punto del vostro ciclo di vita?

3. Cerca di mettere da parte la tua disillusione per il momento e capire le ragioni per cui stai con il tuo coniuge.

Ami il tuo partner, nel profondo?

Ti piace il tipo di persona che è il tuo partner?

Tu e il tuo partner siete sostanzialmente compatibili?

4. Valuta la tua volontà e capacità di affrontare la sfida di lavorare sulla tua relazione.

Sei disposto a capire quali vulnerabilità hanno colpito la tua relazione?

Sei disposto a lavorare per perdonare ed essere perdonato?



Buona riflessione, nel prossimo post il punto di vista sarà sul coniuge tradito.

Qualora dovessi aver bisogno di un consulto non esitare a contattarmi, solitamente con le coppie lavoro in co-terapia con la dr. Jennifer Carafa



108 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page