top of page
  • Roberta Paradisi

L'IMPORTANZA DI UNA BUONA RESPIRAZIONE




Nella mia pratica clinica, molto spesso mi soffermo sul respiro del paziente facendo fare degli esercizi di mindfulness. Perché lo faccio? Quanto è importante il respiro per il benessere del paziente?

1. PIÙ EFFICIENTE È LA RESPIRAZIONE, PIÙ ENERGIA SI RIESCE AD ACCUMULARE NELL’ORGANISMO.

2. CONTROLLARE IL RESPIRO CALMA IL CERVELLO: uno studio del 2017 (https://www.forbes.com/sites/forbescoachescouncil/2021/03/03/why-deep-breathing-relaxes-your-brain/?sh=25248c7479dc) ha individuato nel tronco cerebrale il circuito neurale che svolge un ruolo importante nel controllo della connessione respiro-cervello. Questo circuito influenza gli stati emotivi.

3. LA RESPIRAZIONE REGOLA LA PRESSIONE SANGUIGNA: il rallentamento della respirazione aumenta la sensibilità di quel meccanismo che regola la pressione sanguigna attraverso la frequenza cardiaca. Una respirazione controllata riduce rischio di ictus e riduce lo stress sui vasi sanguigni

4. CONTARE I RESPIRI INFLUISCE SULLE REGIONI DI CONTROLLO EMOZIONALE DEL CERVELLO: in uno studio recente (https://www.forbes.com/sites/daviddisalvo/2017/11/29/how-breathing-calms-your-brain-and-other-science-based-benefits-of-controlled-breathing/?fbclid=IwAR1TOMVNZI4E_fFIjjF83wXb85LG0NezuTKTGhNfu7VUlpnDidpWy8lve20&sh=4f8f33722219) è stato chiesto ai partecipanti di contare quanti respiri facevano per un periodo di due minuti, il che li ha indotti a prestare un’attenzione particolarmente focalizzata alla loro respirazione. Quando hanno contato correttamente, l’attività cerebrale (monitorata dall’EEG) in regioni correlate all’emozione, alla memoria e alla consapevolezza ha mostrato uno schema più organizzato rispetto a quello che si verifica normalmente durante uno stato di riposo

5. IL RITMO DEL RESPIRO INFLUENZA LA MEMORIA: una ricerca del 2016 (https://www.alzheimer-riese.it/contributi-dal-mondo/ricerche/5837-il-ritmo-del-respiro-influenza-direttamente-la-memoria) i ricercatori notarono che l’inspiro nasale inneschi una maggiore attività elettrica nell’amigdala, migliorando il ricordo di stimoli paurosi

Il respiro e la qualità della respirazione è una pratica millenaria nei paesi orientali, finalmente la ricerca occidentale sta avendo un occhio di riguardo rispetto a un atto naturale, involontario ma FONDAMENTALE perché senza respiro non c’è VITA!

39 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page